fbpx

Clubhouse: tutti i segreti del nuovo socialTempo di lettura 10 min

Clubhouse è il social che sta letteralmente spopolando sul web. In questo articolo troverai tutti i suggerimenti per conoscere e muovere i primi passi in questo fantastico social.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Clubhouse: tutti i segreti del nuovo socialTempo di lettura 10 min

Clubhouse è il social che sta letteralmente spopolando sul web. In questo articolo troverai tutti i suggerimenti per conoscere e muovere i primi passi in questo fantastico social.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Icona e logo di Clubhoue

In questo articolo troverai:

In questi giorni sul web non si parla d’altro.
È scoppiata la Clubhouse mania. Il nuovo social, nato nel Maggio 2020, sta letteralmente spopolando sul web.

Un pò per il format e un pò per la sua esclusività, in pochi giorni è riuscito a catalizzare l’attenzione dell’intero popolo del web.

In questo articolo troverai tutto ciò che ti serve per capire e muovere i primi passi all’interno di questo nuovo social.

Clubhouse

Partiamo dall’origine. Che cosa è Clubhouse?

Clubhouse è un’app, un social network a tutti gli effetti che adotta come linguaggio principale la voce.

Lo scopo è quello di creare conversazioni fra utenti sfruttando l’interazione vocale in tempo reale.

Ci sono stanze in cui persone, conosciute e sconosciute tra loro, si interfacciano generando conversazioni interessanti e creando networking.

Questa è senza alcun dubbio la caratteristica principale che lo rende un social unico e super innovativo.

Addio a post, stories, like e feed. Su Clubhouse vince la personalità, l’autenticità e soprattutto il contenuto.

Molti lo definiscono un podcast interattivo, una chiamata di gruppo su Zoom senza video o una naturale evoluzione della radio.

Ma come funziona Clubhouse?

Tutto ciò che leggerai in questo articolo è il frutto di una attenta analisi di tre giorni.

Questo social mi ha davvero stregato e ho lasciato (temporaneamente, s’intende)  il mio amato Instagram per studiarne i meccanismi.

Prima di parlare di qualsiasi argomento mi piace documentarmi e testare in prima persona per darti un quadro generale più accurato possibile.

Partiamo alla scoperta di Clubhouse.

Come iscriversi su Clubhouse?

Al momento Clubhouse è disponibile solo per gli utenti iOS e vi si può accedere solo su invito.

Per entrare in questo bellissimo mondo ti basterà scaricare l’app da App Store (puoi scaricare l’app qui) e procedere all’iscrizione.

La procedura è molto semplice. Dovrai inserire il tuo numero di telefono e ricevere il codice di autenticazione.

Per aiutare Clubhouse a suggerirti room interessanti da seguire, ti chiederà di compilare un piccolo questionario in cui potrai segnare delle preferenze tra nazioni, stili di vita, sport, ecc.

L’applicazione si attiverà appena riceverai l’invito.

Se non hai un invito a disposizione, puoi comunque completare la procedura di registrazione e riservare il tuo username.

Gli inviti

Al momento dell’iscrizione su Clubhouse avrai a disposizione solo due inviti.

Per invitare altre persone dovrai inviare il tuo invito tramite sms.

Ti consiglio vivamente di valutare bene a chi mandi il tuo invito per due motivi:

  1. In fase di registrazione serve un numero di telefono. Scegli con cura a chi dare il tuo numero. Prediligi solo persone che conosci e di cui ti fidi.
  2. Bisogna stare attenti a non violare le linee guida del social. In caso di ban di un utente, viene bannato da Clubhouse anche chi ha invitato la persona che non ha rispettato le linee guida. 

Bisogna stare davvero molto attenti. Perché rischiare?

Man mano che utilizzi il social, l’app premierà la tua costanza con altri inviti. Ti verranno assegnati automaticamente dalla piattaforma.
Potrai monitorarli nell’icona presente nella home.

Schermata Clubhouse invite

L’esclusività di questo social ha generato sugli altri social varie campagne pubblicitarie di dubbio gusto. C’è gente che approfitta dell’interesse verso la piattaforma per vendere inviti in cambio di una somma di denaro.

Porta pazienza. Tieni bene a mente i due punti di cui ti ho parlato poc’anzi. Sono sicuro che presto tutti potranno accedere a questa nuova realtà.

Clubhouse app: aspetto generale

Come ogni social che si rispetti, anche su Clubhouse sono presenti dei must.

Home 

Nella parte superiore della home sono presenti le icone:

  • box inviti;
  • calendario;
  • notifiche;
  • collegamento diretto al tuo profilo.

Nel calendario c’è un vero e proprio palinsesto.

Qui troverai tutte le room programmate dagli utenti. Una funzione utile per avere a portata di mano le conversazioni dei tuoi speaker preferiti.

All’interno della home sono presenti tutte le stanze create dagli utenti con tante tematiche, anche in diverse lingue.

Potrai entrare, interagire, e uscire da qualsiasi room in ogni momento. Te ne parlerò tra poco.

Profilo

Anche su Clubhouse puoi creare un vero e proprio profilo.

Puoi personalizzarlo con:

  • Immagine del profilo
  • Username
  • Bio
  • Collegamenti sociali (Instagram e Twitter)

L’ultimo punto è davvero molto interessante in quanto i pulsanti social sono cliccabili.

Avere a disposizione un accesso diretto a Instagram e Twitter ti permetterà di creare interazioni in tempo reale anche su altri social. Non è assolutamente da sottovalutare.

Profilo Clubhouse
Esempio profilo Clubhouse

Per evitare spiacevoli situazioni di phishing o violazione di linee guida di Instagram, è buona regola loggarsi attraverso il pulsante “accedi con Facebook”.

Non lasciare mai le tue credenziali d’accesso a piattaforme di terze parti. Instagram potrebbe penalizzarti.

Le room

Le room all’interno di Clubhouse possono essere create da ogni utente.

Come si crea una room?

Per creare una room ti basterà cliccare sul pulsante verde “+ Start a room” e scegliere tra tre tipologie:

  • Open: in cui possono accedere tutti gli utenti della piattaforma;
  • Social: una stanza in cui possono accedere solo le persone che segui;
  • Closed: una stanza in cui possono accedere solo utenti da te selezionati.

Le più utilizzate in questo momento sono le room Open per favorire più interazioni possibili con gli utenti.

Anche se coinvolgono un pubblico ristretto, le room Social e Closed appariranno comunque nella home di Clubhouse. Non sono segrete, per intenderci.

Creazione stanza Clubhouse
Schermata esempio creazione room su Clubhouse app

Come è strutturata una room?

Ciascuna room si suddivide in tre parti:

  • Zona speaker
  • Followed by speakers
  • Others in the room

Nella “zona speaker” sono presenti i moderatori della room e gli utenti che vogliono prendere parte al dibattito.

Questa zona nel linguaggio di Clubhouse viene chiamata “palco”.

Gli utenti vengono mostrati con il nome e l’immagine del profilo.

Per segnalare i nuovi utenti approdati nell’app, durante la conversazione, accanto alla foto del profilo sarà presente un badge che ritrae un festone. Scomparirà dopo i primi sette giorni d’utilizzo.

Nella zona “Followed by speakers” trovi gli utenti che sono seguiti dagli speaker e moderatori presenti sul palco.

Nella zona “Other in the room” utenti che non hanno connessione con gli speaker e moderatori ma che prendo comunque parte al dibattito.

Come si può interagire nella room?

Dovrai per prima cosa scegliere una room di tuo interesse.

Appena cliccherai sulla stanza troverai la divisione di cui ti ho parlato nel paragrafo precedente.
Accederai nella room con il microfono mutato di default.

All’interno della room potrai scegliere se assumere il ruolo di uditore o speaker.

Nel primo caso potrai tranquillamente ascoltare il dibattito, nella seconda opzione, invece, potrai essere protagonista e realizzare il tuo intervento.

Esempio room su Clubhouse

Per diventare speaker all’interno della stanza bisogna letteralmente “alzare la mano“. Puoi farlo cliccando sull’icona della mano in basso a destra.

Il moderatore della chat ha la possibilità di esaminare la tua richiesta in tempo reale e accettarla. Meccanismo utile per non creare affollamento sul palco.

Si può prendere la parola solo dopo l’approvazione da parte del moderatore.

Per fare il tuo intervento basterà semplicemente aprire il microfono.

Ricorda di chiuderlo alla fine della tua esposizione per rispettare i partecipanti della room ed evitare situazioni spiacevoli.

Per capire chi sta parlando in un determinato momento sul palco, ti basterà osservare il contorno grigio che lampeggerà durante l’intervento intorno all’immagine dello speaker.

Molte volte sono gli stessi moderatori che invitano gli utenti a partecipare al dibattito.
Si utilizza spesso la frase “se qualcuno vuole salire su” o “salire sul palco”.

Come si esce dalla room?

Per uscire dalla room ti basterà cliccare su “Leave quietly”.

Se chiudi l’applicazione, la room resterà in attivo in background e continuerai a sentire i vari interventi.

Moderatori

Su Clubhouse spicca la figura del moderatore. Se frequenti i gruppi su Telegram forse avrai già sentito parlare di qualcosa di simile.

Il ruolo del moderatore in questo social è fondamentale.

Ha la responsabilità di moderare la conversazione, scegliere di può intervenire all’interno delle room e silenziare/espellere utenti.

Come potrai ben immaginare, gestire molti utenti non è semplice.

Possono crearsi accavallamenti, molte persone potrebbero avere difficoltà ad intervenire o in alcuni casi nasce il bisogno di prendere provvedimenti verso utenti poco opportuni.

Ahimè, come su ogni social, anche su Clubhouse ci sono le “personalità particolari”.

Il moderatore diventa un vero e proprio conduttore della room, che deve gestire speaker, nuovi ingressi, moderare il dibattito, gestire i tempi del singolo intervento e dell’intera room.

Di solito sono presenti diversi moderatori.

All’interno di Clubhouse il moderatore si riconosce immediatamente in quanto, sotto all’immagine del profilo, ha un badge che ritrae un asterisco verde.

Galateo della room

Buona regola su Clubhouse, forse la più importanti di tutte, è il rispetto.
Insieme all’educazione, credo debbano essere due elementi importanti anche al di fuori dei social.

Rinfrescare le regole di buon costume non fa mai male.

All’intero della room è buona norma parlare uno alla volta per non creare confusione, accavallamenti e consentire a tutti di prendere parola.

Si raccomandano inoltre interventi costruttivi e che non ledano in alcun modo la sensibilità altrui.

Può sembrare strano ma ci sono già stati episodi di interventi sessisti e di dubbio gusto. Atteggiamenti a mio parere molto too much che fanno venire i brividi.

Per dimostrare approvazione per un intervento – un vero e proprio applauso al tempo dei social –  basterà aprire e chiudere il microfono ad intermittenza. Mi ha fatto davvero sorridere.

Ovviamente mentre applaudi ricordati di non parlare.

Salutare prima di lasciare la room

In merito a questo punto c’è un dibattito in corso.

Molti speaker che prendono parte al dibattito, provano una sensazione di disagio nel dover interrompere una conversazione per esordire dicendo: “devo andare via”.

Il mio consiglio è quello di esaminare un attimo gli utenti presenti nella room e vedere come si comporta chi ti precede, l’intimità che si crea all’interno della room.

Ad ogni modo non preoccuparti. Ci sono sempre gli imprevisti da considerare, come ad esempio l’arrivo di una chiamata. Nessuno ne farà un dramma.

Avvertenze importanti

Ti consiglio di non effettuare registrazioni schermo in quanto non è consentito dalle regole del social. Si rischia di essere segnalati o bannati dalla piattaforma.

Se realizzi degli screenshots per postarli in un secondo momento su altri social, ricordati di coprire i volti dei partecipanti della room.

È buona educazione digitale chiedere il consenso.
Bisogna sempre rispettare la privacy degli utenti.

Come deve essere una buona room?

Il mio consiglio è quello di mixare due elementi importanti: tema e tempo.

Una room con un tema ben specifico aiuta gli utenti ad indirizzarli nella conversazione.

Ci sono davvero tanti argomenti. C’è l’imbarazzo della scelta. Dai temi verticali su giochi, serie tv, viaggi, social, marketing a veri e propri concerti musicali live.

Il tempo gioca un fattore determinante. Conversazioni troppo prolungate potrebbero annoiare l’utente.

Ovviamente può esserci anche l’effetto contrario.

Quando si crea una bella community è bello confrontarsi. Ti assicuro che in alcuni casi il tempo passa senza accorgersene. Molte sere ho chiuso l’app alle due di notte.

Siamo agli albori di questo nuovo social. In questi giorni stanno prendendo piede tendenze. Il tutto è in fase di sperimentazione.

Creare una room sulla riga di “prendiamo un caffé e facciamo due chiacchiere” potrebbe facilitare i nuovi utenti a familiarizzare con il social e magari aiutare a sciogliere qualche imbarazzo.

Personalmente sono state le room che ho frequentato nelle prime ore. Sono state utili per capire concretamente il funzionamento del social.

Perché Clubhouse sta avendo così tanto successo?

Il successo di Clubhouse ritengo sia legato ad un mix di fattori.

L’esclusività

Come ho già detto all’inizio dell’articolo, Clubhouse al momento è disponibile per gli utenti iOS. La curiosità verso questo nuovo social è davvero alta.

C’è molta curiosità e voglia di conoscerne i meccanismi. Aver creato così tanto hype è stata una mossa vincente. Il social sono sicuro che ci regalerà davvero tante soddisazioni.

La voce

L’utilizzo della voce come principale mezzo di comunicazione è la vera innovazione di questo social.

Mentre su altre piattaforme filtriamo la nostra immagine attraverso scatti, caption e stories, qui vince il “buona la prima”, l’avere realmente un “qualcosa da dire”.

Un taglio netto con la nostra società permeata nel rito della perfezione, dei selfie perfetti e post patinati.

Se una story di Instagram può essere cancellata e registrata più volte, perdendo man mano di naturalezza, qui la voce non permette inganni e riesce a cancellare qualsiasi tipo di artefatto.

Basta un soffio per far trapelare ogni tipo d’emozione: dall’imbarazzo, alla preparazione, all’essere sicuri di sé.

Il non prevedere alcuna comunicazione video aiuta anche molti utenti a godersi il social in tranquillità, senza preoccuparsi del proprio aspetto.

Si può tranquillamente fare altro e nello stesso tempo ascoltare e interagire. Alla fine, ciò che conta è la voce.

Puoi vivere l’esperienza Clubhouse comodamente in pigiama.

Accorciare le distanze

La peculiarità di questo social, oltre a quella dell’utilizzo della voce, è quella dell’accorciare le distanze.

Questo punto può essere declinato in due diverse sfumature.

La prima è senza dubbio legata al periodo che stiamo vivendo.

La pandemia ha creato un vuoto emotivo enorme che tutti cercano di colmare il più possibile in vari modi. Ha toccato anche le persone che hanno fatto della solitudine negli anni la loro migliore amica.

Credo che i social in questo momento storico ricoprano un ruolo importantissimo: accorciano le distanze e permettono di sentirci “meno soli”.

Essere presenti in una room e parlare aiuta davvero molto. Basta una chiacchiera, una battuta o una risata per sentirsi meglio. Non importa l’argomento, basta avere qualcuno con cui confrontarsi.

In poco tempo ho conosciuto persone nuove, ritrovato vecchi amici.
Quando si sta in compagnia il tempo vola senza neanche accorgersene. In questi periodi tra zone gialle, arancioni e rosse, va bene così.

Credo che il lancio della piattaforma proprio in questo delicato momento sia stata impeccabile e tempestivo.

La seconda sfumatura è legata, invece, alle interazioni con personaggi affermati nel web.

In questi primi giorni si stanno affacciando su Clubhouse diverse personalità tra speaker radio, personaggi famosi, Instagrammer, Tiktoker, Youtuber e guru del marketing o dei social media.

Su altri social il contatto uno ad uno con queste personalità è quasi impossibile. È bello vedere come personaggi così affermati siano disponibili e aperti ad un confronto diretto ed immediato. Si può scorgere sempre di più il lato umano e la vera personalità dei nostri beniamini.

Personalmente ho avuto il grande onore di scambiare due chiacchiere con i miei miti del web tra cui la travel blogger di fama internazionale Manuela Vitulli, il volto di iPhone Italia Andrea Cervone, l’Instagram strategist Grace The Amazing e altri.

È stato davvero molto emozionante.

Quale sarà il futuro di Clubhouse?

Al momento Clubhouse è in versione beta.
È ancora presto per capire quale sarà il futuro di questo social.

All’interno delle room, c’è già un toto scommesse per capire come si evolverà il social e quali features potrà integrare.

Si parla già di monetizzazione, room a pagamento e chi più ne ha, più ne metta.

Sicuramente ci sono molte cose da migliorare a partire dal visual dell’app, a mio avviso un po’ old-fashion e poco intrigante.

Credo che ci saranno grandi cambiamenti in futuro, soprattutto in previsione dell’apertura del social ai dispositivi Android. È una partita ancora tutta da giocare.

Al momento, gli utenti presenti sull’app rappresentano delle vere e proprie cavie.
Gli sviluppatori stanno lavorando al fine di lanciare un’app che riesca a migliorare il servizio e a colmare diversi vuoti.

Ci sono tanti punti interrogativi su alcuni temi come moderazione delle room e copyright.

Conclusione

Nonostante tutte queste incognite, credo che al momento la cosa più importante sia vivere questo social. È una fonte inesauribile di idee, confronti, relazioni, connessioni.

In questi tre giorni ho davvero scoperto tante cose nuove, conosciuto persone bellissime e instaurato nuovi rapporti.

L’interazione diretta e il lato umano delle persone è l’aspetto che amo follemente di questo social.

Sull’utilizzo della voce sono ovviamente di parte. Ho trovato un social su misura per me.

Prima di lasciarti vorrei ringraziare di cuore Elisabetta Rampino per avermi invitato in questo magico mondo.

Ovviamente se sei iscritto a Clubhouse o se ti scriverai, non dimenticarti di seguirmi. Sarà un vero piacere fare la tua conoscenza e confrontarmi con te.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il rosso continua anche su Instagram

Seguimi sul nuovo profilo Instagram

Tanti tip utili per migliorare la tua comunicazione su Instagram e mete imperdibili da visitare in Puglia.

Cosa aspetti?