Pulizia account instagram

Come pulire un account InstagramTempo di lettura 8 min

Cosa bisogna fare per tutelare e ripristinare la salute di un account Instagram? Ecco piccoli accorgimenti per pulire il tuo profilo.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

In questo articolo troverai:

Tranquillo. Hai letto benissimo.
Il titolo non è sbagliato. Questo articolo si chiama realmente “come pulire un account Instagram”.

Se fino a poco fa pensavi che le pulizie di primavera fossero riservate solo alla tua casa o alla tua vita, da oggi ti svelo un grande segreto: anche il tuo profilo Instagram può e deve essere pulito.

La salute del profilo Instagram

Devi immaginare il tuo profilo come una vera e propria casa.

Ci vivi, svolgi varie attività, organizzi cene, scambi chiacchiere con gli amici, fai pulizie.

Ogni tanto può capitare che ci sia qualche guasto, che si sporchi il pavimento, che si commettano degli errori o che ci sia bisogno di un pò di manutenzione.

Tutto nella norma!
Che sia una macchia di caffè sul lavello o un tubo che corre che non hai riparato, non preoccuparti.
A tutto c’è un rimedio.

Allarme rosso!

Prima di prendere scopa e secchio dobbiamo capire per quale motivo il tuo profilo Instagram non gode di buona salute.

I motivi possono essere diversi:

  • utilizzo di app per monitorare i follow/unfollow;
  • utilizzo di Bot per like, commenti e visualizzazioni;
  • followers inattivi, fake o che non interagiscono con i tuoi contenuti;
  • profilo non categorizzato;
  • contenuti non in linea con la nicchia di riferimento.

Questi sono solo alcuni dei motivi che possono creare problemi al tuo profilo.

Potresti avere un forte calo in termini di copertura, like, commenti, condivisioni e visualizzazioni.

Nella peggiore delle ipotesi potresti essere vittima del tanto temuto Shadowban, il ban occulto di Instagram.

Non te lo auguro per nessun motivo al mondo:
Non è una bella esperienza da vivere.

In un articolo ho anche parlato del calo dovuto all’uso di Bot da parte di terzi.

Sicuramente ricorderai le signorine avvenenti con profili russi o americani che rispondevano ai sondaggi nelle stories con emoji.
Te ne parlo qui.

Come pulire un account Instagram?


Scollega il tuo profilo da app di terze parti

Le app per monitorare i follower o le app/servizi di automazioni (like e commenti) per aumentare la visibilità del tuo profilo sono il male!
E non mi riferisco al brand di borse!

Si tratta di applicazioni poco sicure che possono danneggiare gravemente la salute del tuo profilo e non solo.

Anche la sicurezza del tuo account è a rischio.
Per accedere a molte di queste app e servizi è richiesto l’accesso con username e password

I tuoi username e password.

In molti casi può accadere che il profilo venga addirittura hackerato.

Inoltre, per effettuare le varie operazioni, le app accedono al tuo profilo Instagram da server dislocati in diverse parti del mondo

Il tuo profilo, quindi, risulta loggato in diverse località, ovviamente diverse dalla tua solita posizione.

Questi accessi anomali da diverse parti del globo insospettiscono Instagram, che presume ci sia in corso un utilizzo di Bot e, avendo violato le linee guida del social, procede con il prendere provvedimenti.

Le conseguenze potrebbero non essere molto piacevoli.

Diamo le chiavi di casa in mano di sconosciuti.
Perché rischiare?

Categorizza il tuo profilo e crea contenuti in linea con la tua nicchia

Se sei un veterinario e nella sezione “Esplora” del tuo profilo appaiono foto, video e Reel, di Formula 1, calcio o beauty routine, c’è qualche problema.

Se utilizzi Instagram in modo professionale forse dovresti fare un pò di attenzione ai contenuti con cui interagisci.

Instagram è come il Grande Fratello: controlla, esamina ed elabora costantemente tutti i tuoi movimenti.

Riesce a capire cosa ti piace e cosa potrebbe piacerti, in base ai contenuti con cui interagisci.

Per avere un profilo in buona salute dovresti interagire con i contenuti della tua categoria di riferimento.

Se sei un falegname, la tua sezione esplora dovrebbe contenere immagini di arredamenti per interni, materiali per lavorare il legno, tipi di legno, interior design e così via.

Idem vale per i contenuti.

Se sei un’estetista e pubblichi foto di gattini potresti mandare in confusione l’algoritmo.

Ti consiglio di rivedere al meglio la tua strategia di comunicazione e, ove necessario, provvedere alla rimozione dei tuoi following.

Devi seguire solo account in linea coni temi che tratti all’interno del tuo profilo.
Categorizzare il profilo è importantissimo in termini di visibilità.

Più aiuti Instagram a capire cosa fai, qual è il tuo pubblico di riferimento e l’argomento dei tuoi contenuti, e più sarai premiato.

Ti piacerebbe avere in casa un ritratto di famiglia dei vicini rumorosi? Credo di no!Perché penalizzarsi?

Public relation promosse, ma con criterio!

Orsù! Non esser tirchio!

Un like o un commento puoi lasciarlo, anzi devi
Per instagram le interazioni sono fondamentali.

In questo mondo di Bot, i like e i commenti, soprattutto se lasciati con piacere, sono sempre graditi.

Interagire con il pubblico (ovviamente in linea con la tua nicchia) è salutare per il tuo profilo.
Non solo aiuti anche altri account a crescere, ma dimostri ad Instagram che non sei un Bot.

Nonostante le vanity metrics siano composte dai tanto ambiti follower, big like, commenti, salvataggi e condivisioni, i like sono e restano il motore principale di questo social.
Sono la parte fondamentale.

Like is the king
Lasciare un like è sempre un gesto positivo per te e per gli altri. Sono gratis. Perché non usarli?

Al like potresti anche accompagnare un bel commento.

Magari, al posto di un cuore o un “bella foto”, cerca di leggere con calma la capture ed esaminare per bene il post.

Sono sicuro che in te scatterà qualche emozione, un ricordo o una reazione. Potrai quindi scrivere un bel commento.

Non servono papiri o lauree speciali.
Serve solo un pò di umanità
.

Attenzione:

Ovviamente ricorda che puoi effettuare un massimo di 60 operazioni all’ora tra stories, like, commenti, follow e unfollow. 
Superato questo limite, Instagram potrebbe limitare il tuo profilo

In molti casi potrebbe apparire la seguente schermata:

Hai comprato un nuovo televisore e inviti un tuo amico a casa. Se alla domanda: “ti piace la nuova Tv?” rispondesse con un pollice alzato, come la prenderesti?

Fai una pulizia manuale dei follower

Non following ma follower! Hai letto bene!

Lo so! Vedere il numero dei follower che diminuisce può essere un forte colpo al cuore.

Siediti, fai un respiro profondo e pensa alla salute del tuo account.

Meglio un follower in meno oggi che un account da cancellare domani

Ci sono follower e follower.
Ogni profilo ha follower letteralmente nocivi.

Instagram è pieno di account creati per uno scopo ignoto, profili fake e profili inattivi.

Per questo motivo vengono chiamati “Ghost follower“.

Mi vien da pensare alle fan page con vita breve che non vengono cancellati, ai profili creati per stalkerare la nostra crush del momento, i profili senza foto creati da Bot per le automazioni di like, follow/unfollow; o alle persone che sono su Instagram che magari creano il profilo, ne fanno uno nuovo e poi dimenticano le credenziali d’accesso, e tanti altri.

Questi profili sono dannosi per il tuo account e vanno assolutamente rimossi.

Ovviamente si tratta di profili che ti seguono ma che non interagiscono in alcun modo con i tuoi contenuti.

Sono solo un numero, nient’altro.

La mancata interazione da parte di questi follower farà credere ad Instagram che i tuoi contenuti non siano interessanti, pertanto penserà bene di far vedere i tuoi contenuti a meno persone.

La conseguenza?
Calo di visibilità che a lungo andare potrebbe diventare una vera e propria penalizzazione.

Perché perdere ore e ore di sacrifici per realizzare contenuti se poi non vengono apprezzati da questi follower fantasma?
Io, fossi in te, inizierei subito con una bella pulizia.

Esempio di Ghost Follower

Come riconoscere un Ghost follower

Mari ma, come riconosco un Ghost follower?

Ci sono diversi parametri da esaminare.
Ovviamente tutto varia da caso in caso.

Cerchiamo di creare un identikit del Ghost follower.

Fake account 

Foto profilo, username e bio
Non ha l’immagine del profilo e ha un username con parole a volte incomprensibili seguite da caratteri speciali e numeri. La bio è inesistente.

Follower
Ha un numero elevato di following e zero followers.

Post e stories
Non ha alcun contenuto pubblicato e non pubblica mai stories

Esempio di Ghost follower

Account che promuovono sconti e pop porno

Qualche mese fa capitava ogni tre per due di essere taggati in post di profili che contenevano solo annunci di iPhone super scontati o di profili che suggerivano di guardare contenuti pop porno attraverso determinati link.

Con l’ultima pulizia realizzata da Instagram verso Bot e automazioni se ne sono perse le tracce.
Ogni tanto ritornano e per sicurezza ho voluto citarli.

Molti di questi account prima hanno iniziato a seguirmi e dopo hanno iniziato con lo spam massiccio.

In questo caso vi consiglio di attivare l’approvazione manuale dei tag sui post del profilo e di segnalare prontamente l’account.

Esempio di account spam di annunci

Account poco o non utilizzato

Sono gli account creati da persone vere che vengono poco utilizzati o sono totalmente inutilizzati.

Rappresentano vere e proprie persone reali e pertanto hanno immagine del profilo, username (magari con nome e cognome), follower reali e bio ben chiara.

Fondamentale in questo caso è l’analisi dei contenuti in termini di post e stories.

Dovrai porti due domande:
Da quanto tempo non pubblica un post? 
Da quanto tempo non carica stories?

Se l’ultimo post è stato pubblicato da più di 30/60 giorni molto probabilmente che sei dinanzi ad un account non attivo.

Le stories giocano un ruolo importante.
Se i post possono esser pubblicati in maniera meno frequente, le stories sono molto più immediate e si pubblicano molto volentieri.

Unendo i due aspetti, se non ci sono stories e l’ultimo post risulta pubblicato da molto tempo, potresti realmente trovarti dinanzi ad un vero Ghost follower.

Ovviamente dipende molto da caso a caso.
Bisogna analizzare attentamente ogni aspetto.

Di sicuro un profilo poco utilizzato salta subito all’occhio.

Inoltre, ti consiglio di controllare l’andamento di pubblicazione dei post. Magari si tratta di una persona che utilizza Instagram ma non frequentemente.

In entrambi i casi, ti consiglio di dare una rapida occhiata ai follower e ai following.
Che tipo di account seguono o sono seguiti?

Potrebbe essere un ulteriore aiuto per smascherare un account nocivo per il tuo profilo.

Come si eliminano i Ghost follower?

Prima di procedere alla rimozione di un follower valuta singolarmente ogni profilo. Sii molto attento e scrupoloso.

Per farlo ti basterà semplicemente seguire questi passaggi:

  1. Cliccare nella sezione “Follower” del tuo profilo;
  2. Individuare il Ghost follower;
  3. Aprire il profilo;
  4. Cliccare sui tre pallini in altro a destra;
  5. Selezionare la voce “Rimuovi follower”
Non sono un Ghost follower 😛

No applicazioni

Ti consiglio assolutamente di evitare l’utilizzo di applicazioni per mettere in atto una pulizia di ghost follower.

Non sono approvate da Instagram e violano la sua API policy.

Sugli store (App Store e Play Store) sono presenti diverse applicazioni che consentono di realizzare questo tipo di procedura.

Il servizio esamina il tuo profilo, trova i profili sospetti e procede con l’eliminazione.

Di solito i pacchetti base offrono una pulizia di 1000 follower, per il resto serve sottoscrivere un abbonamento Pro con costo che varia dai 10 ai 15 euro.

L’utilizzo di queste app potrebbe comportare un blocco temporaneo del tuo profilo o addirittura il ban.

Per non parlare della scarsa precisione e del costo del servizio.

Ad ogni modo, se sei un amante del brivido ti consiglio alcune applicazioni che potresti utilizzare:
– Cleaner for Ig (iOS e Android)
– My ghost follower
– Unfollowers e Ghostfollowers (Android)

Ovviamente mi ritengo sollevato da ogni tipo di responsabilità.
Valuta bene se valga la pena mettere a rischio la sicurezza del tuo account.

Pensa alla fatica e lavoro svolto per produrre contenuti e raggiungere risultati.

Io preferisco procedere con la pulizia manuale.
È vero, richiederà tempo, ma almeno potrai fare sogni tranquilli.

Conclusione

Prendersi cura del proprio profilo Instagram è un aspetto fondamentale, sia se utilizzato in modo professionale che non.

Bastano davvero piccoli accorgimenti per migliorare di molto la salute del tuo profilo.

Bisogna dare tempo all’algoritmo per analizzare le modifiche e i tuoi nuovi comportamenti. Serve un pò di pazienza.

Posso assicurarti che pian piano i risultati arriveranno e noterai i cambiamenti.

Eri a conoscenza della possibilità di mettere in ordine il tuo profilo? Conosci altri metodi? 
Fammelo sapere qui nei commenti o mandami un messaggio sul mio profilo Instagram.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email