Pasquetta2020

Pasquetta 2020: i musei del mondo dal divano di casaTempo di lettura 7 min

Pasquetta 2020 è all'insegna del #iorestoacasa. Addio scampagnate e picnic. La gita fuori porta è possibile. Come? Visitando i musei più belli del mondo direttamente dal divano di casa tua.
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Il giorno di pasquetta per noi Italiani è un giorno sacro. Inutile negarlo.
Attendiamo questo giorno con lo stesso entusiasmo di un bambino che sa di ricevere il regalo tanto sperato sotto l’albero di Natale.

A dicembre, appena riceviamo il calendario dalla farmacia, dal tabaccaio o dal supermercato di fiducia, tra le date importanti da segnare e controllare c’è sempre una che attira maggiormente la nostra attenzione: pasquetta.

La domanda è inevitabile!

Ma quando sarà Pasqua quest’anno?

Dipende tutto dalla luna, da quando il suo flusso decreterà il giorno di Pasqua.

Presi dall’euforia e dai festeggiamenti, siamo in grado di far uscire il meglio di noi.

Si organizza di tutto: scampagnate, passeggiate in riva al mare, picnic, pellegrinaggi in luoghi di culto, visite ai musei e gite fuori porta.

Chi più ne ha, più ne metta. Ce n’è davvero per tutte le esigenze.

A pasquetta si uniscono tradizioni, abitudini, culture gastronomiche, esperti di grigliate e touroperator (ovviamente “laureati all’università della vita”).

E vai al supermercato, e prendi la birra, e mamma fai le lasagne e mamma fai la focaccia, prendi il tavolino, fai questo, fai quello. Pasquetta. Bellissimo!

È il giorno delle file interminabili sulle autostrade, supermercati presi d’assalto qualche giorno prima per la spesa del pranzo, logoranti ore di attesa.

Se non prenoti in anticipo ristoranti, musei o case al mare, si rischia di rimanere a casa a mangiare due spaghetti con aglio, olio e peperoncino.

Alla fine, nella dispensa rimangono solo questi ingredienti!

La cosa che mi ha sempre affascinato della pasquetta è l’organizzazione.

I preparativi iniziano già qualche mese prima, a Capodanno iniziamo già a pensarci.

All’incirca, più o meno da metà febbraio cominciano a nascere i classici gruppi su Whatsapp: “Pasquetta 2020”, “Pasquetta 2021”, “Pasquetta nel duemila mai!.

Lo so! I gruppi sono orribili. Ormai fanno parte della nostra tradizione.

Quest’anno ahimè le cose son ben diverse. 
Siamo in modo “#duemilamai”.

Il covid-19 sta lentamente cambiando le nostre vite. Va bene la quarantena, ma la reclusione nel giorno di pasquetta è inaccettabile!

Avevo già programmato la scampagnata a Castel del Monte per fare un po’ di scatti da condividere su Instagram.

Nulla! Niente!

Addio gruppi, addio gita fuori porta, addio esperti di cottura della carne. 
No all’uscita! Si a #iorestoacasa.

Tranquillo. Ho anche io il magone sullo stomaco mentre sto scrivendo questo che a primo impatto può sembrare un delirio. 
Non abbatterti.

Sarai felice di sapere che anche restando a casa si possono fare grandi viaggi.

Da casa? Ebbene si!

Stavo cercando in rete delle cose da fare nel XXXX giorno di quarantena e mi si è aperto un mondo.
(A che giorno di quarantena siamo?)

Sto per svelarti dei bellissimi viaggi da fare da casa tua mentre sei comodamente sdraiato sul divano.

Sei pronto? 
Corri in camera, prendi uno zainetto con lo stretto necessario e andiamo in giro per i musei più belli del mondo.

Google Arts e Culture Project

Il colosso americano Google ha realizzato un lavoro straordinario!

Google ARTS & Culture è un nuovo sito in cui sono fotografati in 3D diversi musei del mondo utilizzando la tecnologia Street View.

Quella che generalmente troviamo su Google Maps per intenderci.

Attualmente sono presenti 1.167 collezioni.

Dal Musée d’Orsay di Parigi fino al The Metropolitan Museum of Art di New York City.

Grazie a questo strumento è possibile visitare per davvero i musei più belli del mondo e non solo.

Oltre alle visite nei templi della cultura è possibile consultare tanti approfondimenti, panoramiche e immagini del mondo dell’arte.

Sito Google Arts & Culture

Si possono visionare foto ad alta risoluzione delle opere di ogni museo ed è anche possibile salvare le immagini sul proprio account personale.

Un motore di ricerca vero e proprio che ha come fulcro principale l’arte, la bellezza, le emozioni.

E’ possibile consultare Google Arts & Culture su desktop ma anche tramite App su dispositivi iOS (nell’App store) e Android (nel Play Store).

I musei con tour virtuale

Tre grazie – Antonio Canova

I tour virtuali dei musei non sono molto diffusi al giorno d’oggi. 

Forse, l’emergenza COVID-19, l’impossibilità di raggiungere questi luoghi e le varie campagne di sensibilizzazione per restare a casa, hanno in qualche modo posto in essere scenari alternativi.

Di sicuro visitare un museo dal vivo, respirare l’arte e poter apprezzare con i nostri occhi ogni singola pennellata di un dipinto o la tensione di un muscolo in una statua, restano emozioni uniche.

Io personalmente amo visitare i musei fisicamente. Mi hanno sempre affasciato sin da piccolo.

Il mio sogno era quello di diventare egittologo. Non dirlo a nessuno!

D’altro canto, da buon amante della tecnologia non disprezzo queste nuove possibilità, anzi. Mi permettono di volare con la mente e di visitare opere d’arte che, per cause di forza maggiore, non posso apprezzare dal vivo.

Sono molti i musei che hanno abbracciato questa nuova tipologia di visita. 
In questi giorni ho avuto modo di apprezzarne diversi.

Ecco i tre che mi hanno conquistato.

In primis voglio partire dai miei due grandi amori: il museo egizio di Torino e i Musei Vaticani.

Il museo Egizio di Torino

Parto dalla mia passione originaria: l’antico Egitto.

La storia dei grandi faraoni mi ha sempre affascinato. Le piramidi, l’arte, la cultura, la vita dopo la morte.

Il mondo egizio è uno dei più complessi e preziosi che ci sono stati tramandati fino ad oggi. Ricco di mistero ma anche di tanta bellezza.

In Italia siamo davvero fortunati. Il museo egizio di Torino è un tesoro inestimabile, secondo per importanza dopo quello del Cairo.

Recentemente ristrutturato e proiettato al futuro, il museo egizio offre un tour della mostra temporanea “Archeologia invisibile”. È possibile esplorare sale espositive e vetrine da qualsiasi device.

Archeologia invisibile – Museo egizio di Torino

Sul canale YouTube del museo egizio ci sono delle piccole rubriche aggiornate settimanalmente.

La mia preferita è “le passeggiate del direttore”, una visita virtuale nelle stanze del museo accompagnati dal direttore Christian Greco

I musei Vaticani

Se hai avuto la possibilità di poter visitare i musei vaticani sappi che in questo momento ti sto odiando 😀
Scherzo!

I musei Vaticani sono un mio sogno nel cassetto.

Vorrei tanto perdermi nel vortice della scalinata del Bramante, in quel tocco non compiuto della creazione di Adamo nella cappella Sistina.

Creazione di Adamo – Michelangelo Buonarroti
Cappella Sistina

La storia dell’umanità è racchiusa nel cuore dei musei vaticani. E’ possibile fare un viaggio nel nostro passato, nelle nostre radici e negli eventi più importanti che hanno segnato la nostra storia.

Il Vaticano ha messo a disposizione di tutti diversi tour a 360° nelle tante stanze del museo. Dalla Cappella Sistina alla “Sala dei Chiaroscuri”.

La bellezza è a portata di click.

Museo dell’Ermitage

Museo dell’Ermitage

Una piacevole scoperta!

San Pietroburgo apre le porte ad uno dei gioielli dell’arte russa. Oro, marmi, intarsi, bellezza.

Dalle Tre Grazie di Canova fino al Ritorno del figliol prodigo di Rembrandt.

Un viaggio in un mondo misterioso composto da più di 3 milioni di opere da scoprire, vivere.

Il tour è fatto molto bene.
Assolutamente da non perdere.

Altri musei

Uffizi di Firenze

Sono davvero tanti i musei che hanno aperto le porte ai tour virtuali.

Oltre ai musei che ti ho citato poc’anzi, ho visitato anche la reggia di Versailles su Google Arts e Culture.

Di sicuro ne visiterò molti altri.

Ti propongo una serie di musei di cui ho preso nota, e che visiterò in questi giorni. Magari mentre starai leggendo l’articolo avrò già lo zaino in spalla per visitare gli Uffizi o il museo di Berlino.

Ecco qui una lista (in aggiornamento):

CONCLUSIONE

Come dice il detto: “non tutti i mali vengono per nuocere!”.

Immergersi nella bellezza, nella storia, nell’arte e nella cultura, credo sia una delle cose più belle della vita.

Bisogna esplorare, conoscere cose nuove, vivere ed emozionarsi. L’arte in questo ci aiuta molto.

Che tu abbia gli strumenti per comprenderla o no, lasciati cullare dalla bellezza e dalle emozioni. 

Sono sicuro che l’arte saprà ricompensarti.

Ti prometto che aggiornerò questo articolo nel tempo. Quando farò un “viaggio virtuale” in un museo segnerò qui le mie impressioni, i miei consigli.

Spero nel mio piccolo di aver rallegrato qualche ora del tuo tempo.
In questo articolo ho voluto darti uno spunto di riflessione, un’alternativa (a parer mio costruttiva) alla noia che viene a bussare alla nostra porta stando a casa.

Torneremo a viaggiare presto. Torneremo a visitare i musei con le nostre gambe e ad emozionarci di più con il nostro cuore.

Se l’articolo è stato di tuo gradimento puoi condividerlo sui social cliccando i pulsanti in basso a destra 😀
Per me è molto importante.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email